Attendere prego...

Archivio News

A1 Maschile

Pallanuoto Trieste-Posillipo 9-10

  Pubblicato il 06 Mag 2017  12:01
(2-2, 3-3, 3-2, 1-3)
Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio 1, Giorgi, Giacomini, Di Somma A. 1, Rocchi 1, Vukcevic, Elez 4 (3 rig.), Mezzarobba, Obradovic 1, Vannella. All. Piccardo.
Posillipo: Sudomlyak, Cuccovillo, Rossi, Foglio, Ricci, Mattiello 1, Renzuto Iodice 2, Subotic 3, Vlachopoulos 1, Marziali 1, Dervisis, Saccoia 2, Negri. All. Occhiello.
Arbitri: Bianco D. e Castagnola.
Superiorità numeriche: Pallanuoto Trieste 3/9 + 3 rigori, Posillipo 7/10.
Note: espulso Vukcevic (T) per proteste nel primo tempo. Vlachopulos (P) ha sbagliato un rigore nel quarto tempo per infrazione. Usciti per limite di falli Renzuto Iodice (P) e Obradovic (T) nel quarto tempo.
 
IL COMUNICATO DELLA PALLANUOTO TRIESTE
Impresa solo sfiorata per la Pallanuoto Trieste. Nella dodicesima (penultima) giornata di ritorno della serie A1 maschile, alla “Bruno Bianchi” la squadra alabardata è stata superata dal Posillipo per 9-10. Gara in costante equilibrio, decisa nel finale dal maggior cinismo della squadra allenata da Mauro Occhiello. Peccato per i tanti errori commessi dai padroni di casa, che per quanto visto in acqua avrebbero sicuramente meritato un risultato positivo. “Intanto voglio ringraziare i nostri tifosi – esclama a fine gara il direttore sportivo della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti – ci tenevamo a chiudere bene in casa, comunque abbiamo giocato praticamente alla pari al cospetto di un avversario di alto livello. La prestazione è stata buona, adesso pensiamo alla trasferta di Napoli”.
Il Posillipo si presenta alla “Bruno Bianchi” senza il centroboa Klikovac, assenza pesante che viene ben presto parificata dall’espulsione per proteste del centroboa della Pallanuoto Trieste Vukcevic dopo neanche 2’ di gioco. I partenopei partono meglio, Marziali sblocca la situazione in superiorità numerica e Mattiello raddoppia (0-2). La reazione alabardata si concretizza negli ultimi 60’’ del primo periodo: Ferreccio accorcia in superiorità, subito dopo Elez impatta sul 2-2.
Nei primi 3’ del secondo periodo il Posillipo trova il nuovo +2 con Renzuto Iodice e Subotic, Obradovic accorcia per Trieste (3-4), poi è di nuovo Subotic a firmare il 3-5 ospite in superiorità numerica. La squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping però non molla la presa. Elez trasforma il rigore del 4-5, Rocchi con una bordata da lontano timbra il 5-5 di metà partita.
Si combatte su tutti i palloni anche nel terzo periodo. Il Posillipo rimette la testa avanti con Saccoia in superiorità (5-6), un tap-in di Di Somma vale il 6-6, Renzuto Iodice sigla il 6-7, Petronio dal palo con l’uomo in più piega le mani di Negri: 7-7. Trieste trova anche il primo vantaggio, a 1’08’’ dalla fine del tempo, con un’altra precisa botta su tiro dai 5 metri di Elez. 8-7 a 8’ dalla fine.
L’inerzia sembra passata nelle mani degli alabardati, che però sprecano troppo. Il Posillipo non fa sconti e Saccoia pareggia: 8-8 a 6’ dalla fine. Passa poco più di 1’ e Trieste si riporta di nuovo avanti, grazie al terzo rigore di giornata trasformato da Elez (9-8 a 5’07’’ dal termine). Gli alabardati hanno anche la clamorosa occasione del +2, il portiere Negri viene espulso ma i 20’’ di superiorità numerica non producono nulla. Lo scampato pericolo rinfranca il Posillipo e due controfughe micidiali di Vlachopoulos e Subotic spingono i partenopei sul 9-10. A 34’’ dalla fine Vlachopoulos fallisce un rigore, sul ribaltamento di fronte Trieste conquista un uomo in più ma la il fortino degli ospiti regge. Finisce 9-10. Il Posillipo espugna la “Bianchi” per il secondo anno di fila, ai padroni di casa resta più di qualche rimpianto. “L’immediata espulsione di Vukcevic ci ha stravolto i piani tattici – chiude l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo – in ogni caso dispiace per i miei ragazzi, questa sconfitta fa male e credo che oggi almeno un punto l’avremmo meritato. Sono comunque contento della prestazione, ho visto tante cose positive in ottica futura”.
 
IL COMUNICATO DEL POSILLIPO
Nella penultima giornata di campionato il Circolo Nautico Posillipo, imponendosi per 10-9 in trasferta contro una mai doma Pallanuoto Trieste, colleziona la sua quinta vittoria consecutiva, confermandosi, ad una giornata dal termine della Regular Season, la quarta forza del Torneo in attesa di giocare la Final Six scudetto.
Nella prima frazione che si chiude con il parziale di 2-2, dopo una fase di studio di circa 4 minuti, il Posillipo si porta sul 2-0 con le reti di Marziali in superiorità numerica e poi di Mattiello su azione che provoca le proteste del triestino Vukcevic che viene espulso definitivamente.
La Pallanuoto Trieste reagisce prontamente e chiude il tempo in parità con le reti in superiorità numerica, in rapida successione, di Ferreccio ed Elez.
Sempre in perfetta parità il secondo quarto fa registrare un parziale di 3-3. Il Posillipo prova di nuovo ad allungare con le reti di Renzuto Iodice con l’uomo in più e di Subotic su azione mentre la Pallanuoto Trieste accorcia le distanze con Obradovic. Ancora Posillipo con Subotic in superiorità e nel finale del tempo prima Elez su rigore e a seguire Rocchi su azione riconquistano il pareggio per il Trieste.
Nel terzo tempo, dopo un’altalenante sequenza di reti, la Pallanuoto Trieste, con il parziale di 3-2, chiude la frazione in vantaggio 8-7. Prima segna il Posillipo con Saccoia in superiorità, poi pareggia per il Trieste Di Somma, ancora Posillipo con Renzuto Iodice e a seguire per i triestini prima Petronio pareggia e poi Elez, su rigore, segna la rete del vantaggio.
Quarta frazione di stampo rossoverde, con i Posillipini che, punti nell’orgoglio, reagiscono aggiudicandosi il parziale del tempo per 3-1 e l’incontro di misura con il risultato di 10-9.
Subito a segno Capitan Saccoia su azione per il pareggio. Ancora Elez su rigore riporta in vantaggio i triestini. Ma il Posillipo non cede e vince la partita con le reti in superiorità di Vlachopoulos e Subotic, che completa la sua bella prestazione firmando una tripletta.
Sugli altri campi da segnalare la battuta di arresto dei Campioni d’Italia della Pro Recco che, dopo 73 vittorie consecutive – non perdevano un incontro dal 5 dicembre del 2014 –, sono stati sconfitti dal Brescia per 7-6.
Ad una giornata dal termine, il Campionato vive dunque un epilogo importante con i lombardi a due punti dai liguri, che ora hanno perso qualche certezza sul cammino per la Final Six scudetto, in programma a Torino dal 18 al 20 maggio.
Questa la griglia definitiva dei playoff scudetto: la Pro Recco e l’AN Brescia sono già in semifinale. Mentre nei quarti di finale la BPM Sport Management Verona incontrerà il Savona e il Circolo Nautico Posillipo i cugini della Canottieri Napoli.

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok