Attendere prego...

Archivio News

Waterpolo People

U15 femminile: Bogliasco campione, 17° scudetto giovanile per Sinatra, sul podio anche Orizzonte e Venere Azzurra

  Pubblicato il 13 Ago 2119  20:19
Ostia, 10-13 agosto
 
Giudice Arbitro: Giovanni Amodeo

Ringraziamo per i tabellini: Stefano Geronzi (Fin)
 
PREMI SPECIALI
Miglior giocatrice: Paola Di Maria (Acquachiara)
Miglior portiere: Olimpia Sesena (R.N. Bologna)
Miglior marcatrice: Morena Leone (Orizzonte)
 
PARLA SINATRA, IL RE DELLO SCUDETTO
(comunicato stampa Bogliasco Bene) - C’è una regola non scritta nella pallanuoto giovanile italiana che pur rimanendo fedele a se stessa viene costantemente aggiornata: è la regola di Mario Sinatra.
Prevede che se una squadra è allenata dal tecnico camoglino probabilmente sarà lei a vincere lo scudetto. E’ successo per ben 17 volte, sei soltanto negli ultimi quattro anni. Praticamente una costante. E’ successo, di nuovo, oggi con le Under 15 del Bogliasco capaci di confermarsi campionesse d’Italia bissando quel titolo che molte di loro avevano conquistato appena due settimane fa nel campionato Under 17. Ovviamente sempre con Marione a guidarle dalla panchina: “Vincere è sempre bello ed importante - commenta a caldo l’allenatore più vincente d’Italia - ed è una cosa a cui non ci si abitua mai. Dopo una stagione come questa in cui era quasi impossibile fare meglio della scorsa, quando arrivarono due ori e un argento, ma nella quale ci siamo praticamente confermate sugli stessi livelli credo che pensare al futuro della nostra società sia un po’ più facile. Qualsiasi cosa accadrà domani con queste basi è tutto più semplice”.
Nonostante il suo tentativo di non dare troppa rilevanza ai numeri, confrontarsi con la carriera di Sinatra senza snocciolarne le statistiche è un atto ingiusto. Perchè nessuno nella storia della pallanuoto nazionale è riuscito a seminare e raccogliere quanto lui. Aldilà degli innumerevoli scudetti, in sedici stagioni alle prese con le giovani pallanuotiste liguri Sinatra è approdato ben 48 volte alle finali scudetto, andando quasi sempre a medaglia. Un curriculum impressionante al quale si fa fatica affiancare aggettivi che ne rendano il giusto merito. “I numeri sono belli ed importanti - afferma il tecnico - ma ciò che essi non dicono è come arrivano questi successi. Ovviamente dietro c’è tanto lavoro e sudore ma nel nostro caso c’è anche un enorme spirito di gruppo. I nostri trionfi non sono mai figli dei singoli ma sono sempre il prodotto di un’unità di intenti che spinge tutte le mie atlete verso un unico obiettivo. Poi si può anche perdere, e a volte (raramente, ndr) succede. Ma se c’è questo spirito è come se avessi vinto. E per questo voglio ringraziare le ragazze, le famiglie e tutte le persone che ci sono state vicine. Ma questo trionfo lo voglio dedicare soprattutto a Rosa Rogondino, la mia fidata vice. Per quanto mi riguarda questo scudetto è tutto per lei. E speriamo in futuro di fare ancora meglio”.
Forse il segreto della regola di Sinatra è proprio questo. Mentre in tanti si riempiono la bocca con termini quali ‘progetto’, ‘spogliatoio’, ‘gruppo’, lui di chiacchiere ne fa poche. Lascia che a parlare sia la vasca. E le sue protagoniste. Ad maiora Marione. Ci vediamo tra un anno per aggiornare i numeri della tua regola.
 
Finali - Martedì 13 agosto

1-2 posto
Doppiette di Leone, Lombella e Rayner
ORIZZONTE-BOGLIASCO 4-7
(1-1, 1-2, 1-2, 1-2)
L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo, Maresca, Leone 2, Moschetti, Galati, Oliva, Pulvirenti 1, Dato, Sciuto, Lanzafame, Spampinato 1, Scibona. All. Caruso.
Bogliasco Bene: Sokhna, De March, Boero, Deserti, Barbieri, Cama, Lombella 2, Civardi, Paganello 1, Rayner 2, Carpaneto 1, Albasini 1, Oberti. All. Sinatra.
Arbitro: Calabrò.
OSTIA - Di fronte due squadre che avevano già vinto un titolo a testa quest'anno: il Bogliasco quello dell'Under 17, l'Orizzonte lo scudetto Under 19. E' stata la società ligure a fare il bis concludendo nel migliore dei modi una stagione davvero eccellente, perchè c'è anche la medaglia di bronzo nell'Under 19. Ancora una conferma, dunque, del particolare feeling di Mario Sinatra con il tricolore: questo è il suo 17° scudetto giovanile e, incredibilmente, tuttora non fa parte dello staff tecnico federale.
Vittoria meritata del Bogliasco, l'Orizzonte è stato avanti soltanto una volta (2-1) per tutta la durata dell'incontro. Però anche le ragazze di Caruso hanno fatto una buona partita, nella quale hanno messo in difficoltà le biancazzurre con il pressing. Ne è uscita fuori una bella gara, giocata bene da entrambe le formazioni soprattutto sul piano del collettivo.
Il match si è deciso sul punteggio di 4-5: Rayner ha segnato il gol del +2 (4-6) a tre minuti e mezzo dal termine, poi è andata nel pozzetto ma l'Orizzonte non è riuscito a sfruttare l'uomo in più e a un minuto dal termine Albasini ha messo la parola fine alla gara.
 
IL COMUNICATO DEL BOGLIASCO BENE
Campionesse d'Italia al cubo.
Per la terza volta consecutiva l'Under 15 femminile del Bogliasco Bene porta alla Vassallo il titolo nazionale.
Uno scudetto che fa il paio con quello conquistato due settimane fa dalle compagne dell'Under 17, completando una stagione che ha visto le giovani bogliaschine andare a medaglia anche con le Under 19.
Un copione ripetitivo, quasi sempre uguale a se stesso ma che non ci si stanca mai di ammirare. Un copione che vede le tigri levantine mettere in bacheca l'undicesimo scudetto in rosa, il nono da quando Marione Sinatra ha preso tra le sue potenti e sagge mani il vivaio levantino trasformandolo nel più vincente d'Italia.
Il successo di oggi, arrivato nel polo natatorio di Ostia, ha visto le giovani regine biancazzurre respingere il tentativo d'assalto al loro trono portato dalle coetanee dell'Orizzonte Catania. Un'offensiva soffocata con un eloquente 7-4, punteggio che evidenzia lo strapotere ligure ma non rende giustizia al valore di un avversario di prim'ordine al quale i complimenti d'obbligo sono una consolazione troppo magra.
Anche perché per un po' le siciliane il sogno di issarsi sulla vetta d'Italia l'hanno cullato veramente. Il 2-1 in rimonta maturato in apertura di secondo tempo non è tuttavia bastato loro per spegnere l'ardore delle Sinatra Girls che proprio in quel momento hanno innestato la quinta. Una volta capovolto il punteggio a proprio favore, prima del cambio vasca, le bogliaschine hanno continuato a macinare gioco e gol mantenendo sempre le rivali a debita distanza. Fino all'urlo finale. Il classico urlo udito e riudito. Ma del quale non ci si stanca mai: Bogliasco è Campione d'Italia!

TABELLINO:

3-4 posto
Triplette di Vanelo e Carotenuto
VENERE AZZURRA-ACQUACHIARA 9-5 (1-2, 1-1, 2-2, 5-0)
Venere Azzurra: Caso, Costa 1, Buttà, Piscino 1, Lucignani, Vanelo 3, Gnetti, Aliotta 1, Ioime 2, Cerliani 1, Purpura, Arlotta, Soriani. All. Bassani.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza, Di Maria, Laierno, Corrado, Di Palma, Tarsia 2, Scarpati R., Ianniello, Carotenuto 3, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani.
Arbitro: Iori.
OSTIA - Il +4 finale non deve trarre in inganno: a sei minuti e mezzo dal termine l'Acquachiara vinceva 4-5. Meritata, però, la vittoria della squadra di Bassani e la medaglia di bronzo: un risultato, crediamo, senza precedenti per il club ligure.

5-6 posto
R.N. BOLOGNA-LOCATELLI 6-3
 
7-8 posto
F&D H20-CSS VERONA 5-12
 
 
***
 
Semifinali - Lunedì 12 agosto

1-4 posto
 
Quaterna di Carpaneto
BOGLIASCO-ACQUACHIARA 12-3 (2-2, 3-0, 2-0, 5-1)
Bogliasco Bene: Sokhna, De March, Boero, Deserti, Barbieri, Cama, Lombella 3, Civardi, Paganello 3, Rayner 3, Carpaneto 4, Albasini 1, Oberti. All. Sinatra.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza 2, Di Maria, Laierno, Corrado, Di Palma, Tarsia, Scarpati R., Ianniello, Carotenuto 1, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani.
Arbitro: Ibba.
 
IL COMUNICATO DEL BOGLIASCO BENE
Qual è il posto più scontato nel quale trovare una formazione giovanile del Bogliasco? È ovvio: una finale scudetto! Se poi la squadra in questione è allenata da Mario Sinatra allora la regola diventa praticamente un assioma.
Ed infatti ancora una volta una compagine del vivaio più vincente d'Italia avrà la possibilità di issarsi in cima allo Stivale. A provarci, o meglio a riprovarci, sarà domani l'Under 15 femminile, che all'ora di pranzo difenderà quel titolo conquistato nelle ultime due stagioni dal tentativo di detronizzazione dell'Orizzonte Catania.
Una finale pazzesca che metterà l'una contro l'altra le società vincitrici nelle scorse settimane degli altri due titoli Under in rosa, quello 19 preso dalle siciliane e quello 17 finito in Liguria.
Una gara tutta da vivere alla quale il Bogliasco giunge dopo aver strapazzato 12-3 in semifinale la pur forte Acquachiara. E dire che se qualcuno avesse pronosticato un tale punteggio dopo i primi 7 minuti di gioco sarebbe stato certamente assicurato alle cure di qualche reparto psichiatrico. Soltanto dopo un primo quarto vissuto in altalena, con le napoletane avanti dopo lo svantaggio iniziale ma riprese prima della sirena, le liguri sono infatti riuscite a prendere lentamente il largo. Un fossato che si è fatto via via più profondo quello tracciato dai centri a ripetizione di Carpaneto, Rayner e Paganello, consolidato da una difesa divenuta impenetrabile per oltre due tempi e mezzo di gioco. L'incedere bogliaschino non ha rallentato neppure nell'ultimo parziale, quando ormai la bilancia dell'incontro appariva inesorabilmente inclinata dalla parte delle ragazze in calottina bianca. Anzi nel quarto tempo il divario è aumentato ulteriormente con anche Albasini e Lombella invitate dalle compagne a prendere parte alla festa del gol.
Una festa che domani porterà in dote l'ennesima medaglia tricolore. Ad ogni modo splendida, indipendentemente dal metallo di cui sarà composta.
 
Doppiette di Leone, Pulvirenti e Costa
ORIZZONTE-VENERE AZZURRA 6-3

L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo 1, Maresca, Leone 2, Moschetti, Galati, Oliva, Pulvirenti 2, Dato, Sciuto, Lanzafame, Spampinato 1, Scibona. All. Caruso.
Venere Azzurra: Caso, Costa 2, Buttà, Piscino, Lucignani, Vanelo, Gnetti, Aliotta, Ioime, Cerliani 1, Purpura, Arlotta, Soriani. All. Bassani.
Arbitro: Iori.
OSTIA - La svolta sul punteggio di 2-2: l'Orizzonte segna quattro gol consecutivi (Leone, Lombardo, Pulvirenti e ancora Leone) e stacca irrimediabilmente le avversarie (6-2), che poi accorciano le distanze nel quarto tempo con il secondo gol di costa.
 
Decide Bianco
LOCATELLI-CSS VERONA 7-6 (1-2, 4-3, 0-1, 2-0)
Locatelli Genova: Vanin, Bianco 3, Avenoso, Frisina, Ravenna 1, Malavasi, Rossi 2, Mascia, Medicina 1, Banchi, Magaglio, Polidori, Cugia. All. Carbone.
Css Verona: Donadio, Stracchi 1, Manigrasso, Lonardi, Sbruzzi, Coiro, Zanoccoli 1, De Mercurio, Sgrò 2, Bianchi 1, Marchetti 1. All. Galati.
Arbitro: Battisti.
OSTIA - L'unica volta che la Locatelli mette la testa avanti, vince. Succede a 44" dal termine, il gol è di Bianco.
 
5-8 posto
Lepore top scorer
R.N. BOLOGNA-F&D H20 11-5 (1-1, 4-1, 3-1 3-2)
R.N. Bologna: Sesena, Garofalo 1, Toselli 2, Riva 2, Pirtac, Morselli 2, Lepore 3, Redaelli 1, Giacometti, Guidoreni. All. Antinori I.
F&D H20: Castorino, Ducci 1, Falletta, Attenni 1, Mele Cappelluti 1, Giuliano 1, Picca, Aprea G., Aprea A., Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso 1, Iacomino. All. Calcagni.
Arbitro: Roberti Vittory.
OSTIA - Sul punteggio di 2-2 le emiliane segnano sei volte di fila e chiudono la gara con largo anticipo (8-2).
 
***
 
Quarti di finale - Lunedì 12 agosto
 
Carpaneto doma un ottimo Verona
BOGLIASCO-CSS VERONA 7-5 (1-1, 1-2, 2-0, 3-2)
Bogliasco Bene: Sokhna, De March, Boero, Deserti, Barbieri, Cama, Lombella, Civardi, Paganello 1, Rayner 1, Carpaneto 5, Albasini, Oberti. All. Sinatra.
Css Verona: Donadio, Stracchi, Manigrasso, Lonardi, Sbruzzi 4, Coiro, Zanoccoli, De Mercurio, Sgrò, Bianchi, Marchetti 1. All. Galati.
Arbitro: Iori.
OSTIA - Quarta nel girone 2, la Css Verona fa soffrire il Bogliasco vincitore dell'altro gruppo. Il match si decide nel quarto tempo sul punteggio di 4-4: Carpaneto con il quarto e il suo quinto gol stacca le venete (6-4), che tuttavia non si arrendono e accorciano le distanze con il quarto gol della scatenata Sbruzzi (6-5) prima del definitivo 7-5 messo a segno da Paganello.
 
Sei volte Spampinato
ORIZZONTE-F&D H20 11-1 (2-0, 1-0, 4-1 4-0)
L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo, Maresca, Leone 1, Moschetti 1, Galati 2, Oliva, Pulvirenti, Dato, Sciuto 1, Lanzafame, Spampinato 6, Scibona. All. Caruso.
F&D H20: Castorino, Ducci, Falletta, Attenni, Mele Cappelluti, Giuliano, Picca, Aprea G., Aprea A. 1, Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso, Iacomino. All. Calcagni.
Arbitro: Pagani Lambri.
OSTIA - Spampinato con 6 gol accorcia sensibilmente le distanze nei confronti di Leone: ora la sfida del gol in famiglia è 14 a 10.
 
Di Maria top scorer
ACQUACHIARA-LOCATELLI 10-4 (0-0, 4-2, 3-1, 3-1)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza 2, Di Maria 3, Laierno, Corrado, Di Palma 2, Tarsia 1, Scarpati R., Ianniello, Carotenuto 2, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani.
Locatelli Genova: Vanin, Bianco, Avenoso, Frisina, Ravenna 2, Malavasi, Rossi, Mascia, Medicina, Banchi 1, Magaglio, Polidori 1, Cugia. All. Carbone.
Arbitro: Roberti Vittory.
OSTIA - Dopo un primo tempo senza gol, e con superiorità numeriche non sfruttate da entrambe le parti, Zizza, Di Palma e Di Maria portano avanti 3-0 l'Acquachiara. La Locatelli accorcia le distanze (4-2) al cambio campo con Polidori, ma nella terza frazione Tarsia ristabilisce il +3 (5-2) e da quel momento la squadra di Damiani allunga progressivamente il vantaggio.
 
Costa, Ioime e Vanelo staccano Bologna nel finale
VENERE AZZURRA-R.N. BOLOGNA 4-1 (1-0, 0-0, 0-0, 3-1)
Venere Azzurra: Caso, Costa 1, Buttà, Piscino, Lucignani, Vanelo 1, Gnetti, Aliotta, Ioime 1, Cerliani 1, Purpura, Arlotta, Soriani. All. Bassani.
R.N. Bologna: Sesena, Garofalo, Toselli, Riva, Pirtac, Morselli, Lepore, Redaelli 1, Giacometti, Guidoreni. All. Antinori I.
Arbitro: Calabrò
OSTIA - Cerliani porta avanti la Venere Azzurra nel primo tempo, poi le due squadre non segnano più per due tempi e mezzo di gioco. Nel quarto tempo Redalli pareggia per la formazione di Antinori, ma le ragazze di Bassani negli ultimi quattro minuti fanno tre gol con Costa, Ioime e Vanelo (4-1) e ritirano il pass per le semifinali.
 
 
***

FASE PRELIMINARE
Classifica finale girone 1: Bogliasco 9; Venere Azzurra 6; Locatelli Genova 3; F&D H20 0
Classifica finale girone 2: Orizzonte 9; Acquachiara e R.N. Bologna 4; Css Verona 0
 
***

Terza giornata - Domenica 11 agosto
 
Poker di Leone, tris di Riva
ORIZZONTE-R.N. BOLOGNA 9-4 (4-1, 3-0, 0-3, 2-0)
L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo 1, Maresca, Leone 4, Moschetti, Galati, Oliva, Pulvirenti 1, Dato, Sciuto 1, Lanzafame, Spampinato 2, Scibona. All. Caruso.
R.N. Bologna: Sesena, Garofalo, Toselli, Riva 3, Pirtac, Morselli, Lepore 1, Redaelli, Giacometti, Guidoreni. All. Antinori I.
Arbitro: Pagani Lambri.
OSTIA - Vola sul 7-1 la squadra di Caruso, poi amministra il vantaggio fino al termine.
 
Di Maria fa 5 su 9
ACQUACHIARA-CSS VERONA 9-7 (0-1, 1-2, 5-1, 3-3)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza 2, Di Maria 5, Laierno, Corrado, Di Palma, Tarsia 1, Scarpati R., Ianniello, Carotenuto 1, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani.
Css Verona: Donadio, Stracchi 1, Manigrasso, Lonardi, Sbruzzi 1, Coiro, Zanoccoli 2, De Mercurio, Sgrò 2, Bianchi 1, Marchetti. All. Galati.
Arbitro: Battisti.
OSTIA - Comincia bene la Css Verona e guadagna un vantaggio di due lunghezze a metà gara (1-3). Si organizza l'Acquachiara e con le cinque reti della terza frazione (doppietta di Zizza, gol di Carotenuto, Di Maria e Tarsia) capovolge il risultato per poi allungare fino al 9-5. Nel finale le venete riducono il passivo.
IL COMMENTO DI BARBARA DAMIANI (allenatore della Carpisa Yamamay Acquachiara): "Nel complesso una buona gara. Non abbiamo cominciato bene, ma poi le ragazze hanno cominciato ad ingranare ed è arrivata una vittoria meritata".
 
Doppietta di Lombella
VENERE AZZURRA-BOGLIASCO 1-4 (0-1, 0-0, 1-1, 0-2)
Venere Azzurra: Caso, Costa 1, Buttà, Piscino, Lucignani, Vanelo, Gnetti, Aliotta, Ioime, Cerliani, Purpura, Arlotta, Soriani. All. Bassani.
Bogliasco Bene: Sokhna, De March, Boero, Deserti, Barbieri, Cama, Lombella 2, Civardi, Paganello 1, Rayner, Carpaneto 1, Albasini, Oberti. All. Sinatra.
Arbitro: Gomez M.
OSTIA - Vittoria del Bogliasco con tre gol di scarto, ma a meno di tre minuti dalla fine il risultato era ancora 1-2. Sono Lombella, con il suo secondo gol, e Carpaneto a chiudere il conto.
 
Cinquine di Andreacarola Aprea e Bianco
F&D H20-LOCATELLI 10-11 (2-3, 3-2, 1-3, 4-3)
F&D H20: Castorino, Ducci 1, Falletta 3, Attenni, Mele Cappelluti, Giuliano 1, Picca, Aprea G., Aprea A. 5, Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso, Iacomino. All. Calcagni.
Locatelli Genova: Vanin, Bianco 5, Avenoso, Frisina, Ravenna 2, Malavasi, Rossi 2, Mascia, Medicina, Banchi 1, Magaglio, Polidori 1, Cugia. All. Carbone.
Arbitro: Pagani Lambri.
OSTIA - 6-5, gol di Falletta, l'ultimo vantaggio delle laziali. Poi arrivano quattro gol di fila della Locatelli (due di Bianco, uno di Rossi e uno di Ravenna) che fanno pendere la bilancia dalla parte della squadra di Carbone (6-9). Nel finale di gara, a partita ormai segnata, arrivano gli ultimi due gol di Andreacarola Aprea che permettono alla formazione di Calcagni di ridurre al minimo il gap (10-11).

***

Seconda giornata - Domenica 11 agosto
 
Leone segna tutti i gol etnei
CSS VERONA-ORIZZONTE 4-5 (0-1, 2-1, 2-2, 0-1)
Css Verona: Donadio, Stracchi, Manigrasso, Lonardi, Sbruzzi, Coiro, Zanoccoli 1, De Mercurio, Sgrò 1, Bianchi 2, Marchetti. All. Galati.
L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo, Maresca, Leone 5, Moschetti, Galati, Oliva, Pulvirenti, Dato, Sciuto, Lanzafame, Spampinato, Scibona. All. Caruso.
Arbitro: Gomez M.
OSTIA - Con Zanoccoli e Sgrò Verona stacca l'Orizzonte (4-2) nel terzo tempo, ma Morena Leone con tre reti consecutive capovolge il punteggio e mette altri tre punti nella classifica delle etnee. L'azzurrina in questa gara ha segnatato tutti i gol della squadra di Caruso.
 
Triplette di Carotenuto, Laierno e Lepore
ACQUACHIARA-R.N. BOLOGNA 9-9 (2-3, 4-2, 1-2, 2-2)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza, Di Maria, Laierno 3, Corrado 1, Di Palma 1, Tarsia, Scarpati R. 1, Ianniello, Carotenuto 3, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani
R.N. Bologna: Sesena, Garofalo, Toselli 1, Riva 2, Pirtac 1, Morselli 2, Lepore 3, Redaelli, Giacometti, Guidoreni. All. Antinori I.
Arbitro: Pagani Lambri.
OSTIA - Gara molto equilibrata, due soli doppi vantaggi: l'1-3 delle emiliane, il 5-3 dell'Acquachiara. Poi punto a punto verso lo striscione del traguardo. Il quarto parziale comincia sul 7-7, per due volte le biancazzurre di Damiani mettono la testa avanti, con Carotenuto e Corrado, per due volte vengono raggiunte da Lepore.
 
Costa nuovamente top scorer
LOCATELLI-VENERE AZZURRA 3-10 (1-2, 1-2, 0-4, 1-2)
Locatelli Genova: Vanin, Bianco 1, Avenoso, Frisina, Ravenna, Malavasi, Rossi, Mascia, Medicina, Banchi 2, Magaglio, Polidori, Cugia. All. Carbone.
Venere Azzurra: Caso, Costa 3, Buttà, Piscino 2, Lucignani, Vanelo 2, Gnetti 1, Aliotta, Ioime 1, Cerliani 1, Purpura, Arlotta, Soriani. All. Bassani.
Arbitro: Iori.
OSTIA - Dopo un tempo e mezzo equilibrato (2-3) la Venere Azzurra si stacca con un parziale di 0-6 che parte con una doppietta di Costa, anche oggi top scorer del match, ma "soltanto" con tre gol.
 
Cinquina di Paganello
F&D H20-BOGLIASCO 2-12 (1-4, 0-2, 1-3, 3-3)
F&D H20: Castorino, Ducci, Falletta 1, Attenni, Mele Cappelluti, Giuliano, Picca, Aprea G., Aprea A. 1, Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso, Iacomino. All. Calcagni.
Bogliasco Bene: Sokhna, De March 1, Boero 1, Deserti, Barbieri, Cama, Lombella 1, Civardi, Paganello 5, Rayner 1, Carpaneto 2, Albasini 1, Oberti. All. Sinatra.
Arbitro: Battisti.
Con i gol di Albasini, Lombella, Paganello e Rayner il Bogliasco piazza subito uno 0-4 che fa diventare la gara tutta in discesa per la squadra di Sinatra.
 
***
 
Prima giornata - Sabato 10 agosto
 
Leone fa 4 su 7
ORIZZONTE-ACQUACHIARA 7-4 (1-1, 3-1, 2-1, 1-1)
L'Ekipe Orizzonte: Santapaola, Lombardo 1, Maresca, Leone 4, Moschetti, Galati, Oliva, Pulvirenti, Dato, Sciuto, Lanzafame, Spampinato 2, Scibona. All. Caruso.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Gaito, Zizza 2, Di Maria 1, Laierno 1, Corrado, Di Palma, Tarsia, Scarpati R., Ianniello, Carotenuto, Carraturo, Esposito, Imperatore, Turco. All. Damiani.
Arbitro: Ibba.
OSTIA - I primi quattro gol sono azzurri: apre le marcature Paola Di Maria, poi Morena Leone fa tris (3-1): sono entrambe atlete d'interesse nazionale. Ma determinante per l'esito del match è soprattutto Spampinato, che sul punteggio di 3-2 stacca definitivamente l'Acquachiara (5-2) con una doppietta. In casa Acquachiara la top scorer è Zizza con due reti.
 
Triplette di Lepore e Marchetti
R.N. BOLOGNA-CSS VERONA 6-4 (0-1, 3-1, 2-1, 1-1)
R.N. Bologna: Sesena, Garofalo, Toselli, Riva 1, Pirtac, Morselli 2, Lepore 3, Redaelli, Giacometti, Guidoreni. All. Antinori I.
Css Verona: Donadio, Stracchi, Manigrasso, Lonardi, Sbruzzi 1, Coiro, Zanoccoli, De Mercurio, Sgrò, Bianchi, Marchetti 3. All. Galati.
Arbitro: Gomez M.
OSTIA - Il primo gol è veronese, lo segna Marchetti, che poi ne farà altri due. Tripletta anche per Lepore, che con i primi suoi due gol ribalta il risultato (2-1). Sono poi Morselli e Riva, sul punteggio di 4-3, a staccare definitivamente le avversarie.
 
Sei volte Costa
VENERE AZZURRA-F&D H20 11-3 (1-0, 3-0, 3-2, 4-1)
Venere Azzurra: Caso, Costa 6, Buttà, Piscino 1, Lucignani, Vanelo 1, Gnetti 1, Aliotta, Ioime, Cerliani, Purpura 1, Arlotta 1, Soriani. All. Bassani.
F&D H20: Castorino, Ducci, Falletta, Attenni, Mele Cappelluti 1, Giuliano 1, Picca, Aprea G., Aprea A. 1, Di Giacomantonio, Cianfarani, Gaibisso, Iacomino. All. Calcagni.
Arbitro: Roberti Vittory
OSTIA - Dopo aver fallito un penalty in apertura, le liguri passano ugualmente con il primo dei sei gol di Costa, che nel secondo tempo segna anche le reti del 2-0 e 3-0. Il primo gol delle laziali, realizzato da Giuliano, arriva sul punteggio di 7-0.
 
Poker di Rayner
BOGLIASCO-LOCATELLI 12-6
(2-1, 4-0, 3-1, 3-4)
Bogliasco Bene: Sokhna, De March 2, Boero, Deserti, Barbieri, Cama 1, Lombella 2, Civardi, Paganello 1, Rayner 4, Carpaneto 2, Albasini, Oberti. All. Sinatra.
Locatelli Genova: Vanin, Bianco, Avenoso, Frisina, Ravenna, Malavasi, Rossi, Mascia, Medicina, Banchi, Magaglio, Polidori, Cugia. All. Carbone.
Arbitro: Calabrò.
OSTIA - Un solo vantaggio per la Locatelli, lo 0-1 iniziale di Bianco. Pareggia Rayner, che poi ne farà altri tre. Partita segnata già al termine della seconda frazione con la squadra di Sinatra avanti 6-1. Massimo vantaggio il 9-2 di fine terzo tempo, poi l'orgoglioso finale di gara permette alla formazione di Carbone di accorciare le distanze.
 
 
I VOSTRI COMMENTI
 
Se lavori e investi sul settore giovanile i risultati arrivano. Se te ne disinteressi e ti concentri su altro, per esempio la prima squadra e basta, non è sufficiente. Le giovani vanno allenate con l'intento di farle crescere e inserirle nelle prime squadre altrimenti rischi che molte abbandonino lo sport. Quest anno alle finali una società illustre non c' era ..... Lascio a voi le riflessioni.
Mah
 
𝑺𝒆𝒎𝒑𝒓𝒆 𝒐𝒏𝒐𝒓𝒆 𝒂𝒍 𝒎𝒆𝒓𝒊𝒕𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒔𝒒𝒖𝒂𝒅𝒓𝒂 𝒄𝒉𝒆 𝒗𝒊𝒏𝒄𝒆, incondizionatamente. Mi aspetto un arbitraggio preparato quando si dirigono questo tipo di gare. Giocare due gare 8 contro 7 fa male alla Pallanuoto.
Loris
 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok