Attendere prego...

Archivio News

Serie B maschile

Pallanuoto Como-Cus Geas Milano 9-9

  Pubblicato il 28 Gen 2018  09:30
Pallanuoto Como: Galfetti, Crivellin, Riccioli (2), Maresca, Tedeschi (2), Rigamonti, Colombara, Arnaboldi, Spalenza, Pisic (2), Bottiani, Damonte (3) De Nicola.
CUS GEAS Milano: Guasto, Tosi (3), Giusti, Delle Monache (1), Gobbi (2), Anesini, Campagnoli, Talamonti, Andaloro (2), Foroni (1), Corradini, Anelli, Achilli.
Arbitro: Gorrino
Superiorità numeriche: PN Como 2/12, CUS GEAS Milano 5/11 + un rigore.
Note: uscito per limite di falli Colombara (PNC) nel quarto tempo. Espulsioni definitive (art. 21.13) per Riccioli (PNC) e Spalenza (PNC). Espulsi per proteste il tecnico Zoni (PNC) e il dirigente accompagnatore Guerrini (CGM)
 
IL COMUNICATO DEL CUS GEAS MILANO                           
Alle 18:30 va in scena alla Piscina Olimpica di Como la sfida fra la Pallanuoto Como (reduce dalla sconfitta esterna contro Waterpolo Verona) e il CUS GEAS Milano (vincitrice in casa nel derby contro NC Monza).
Le due squadre negli ultimi anni hanno sempre regalato partite combattute, decise negli ultimi minuti di gioco e anche questa sera da questo punto di vista non hanno deluso.
Parte forte la PN Como, riuscendo a trovare il gol con Riccioli dopo 3 minuti. Il CUS GEAS ci mette un po’ ad ingranare, ma pareggia i conti con Gobbi. Il primo tempo si chiude però sul 2 a 1 per la squadra di casa, grazie al gol di Damonte a 44” dalla fine. Nel secondo periodo gli ospiti trovano maggior fiducia, pareggiano e riescono a chiudere il parziale in vantaggio grazie ai gol di Delle Monache e Gobbi.
Al cambio campo il punteggio è di 4 a 5 per il CUS GEAS Milano, ma la Pallanuoto Como non ha intenzione di arrendersi così facilmente. La partita diventa a questo punto molto fisica, soprattutto da parte dei padroni di casa (che ci hanno abituato ad un gioco molto aggressivo, al limite del violento); salgono in cattedra Damonte per Como e Tosi per gli ospiti, con due gol ciascuno, e il terzo tempo si chiude 7 a 7.
L’ultimo quarto si apre con l’espulsione definitiva di Spalenza (PNC), che oltre al pallone (siamo onesti) prende in pieno anche (volutamente o no) il volto di Campagnoli (CGM). Superiorità numerica per i milanesi e realizzazione del mancino Foroni. 30” più tardi il CUS GEAS si guadagna un rigore su Colombara che non esce dopo l’espulsione: ai 5mt si presenta Andaloro, che tira di potenza e porta la sua squadra a +2 dagli avversari. A questo punto, nel momento in cui serviva tranquillità e ordine in campo, la squadra ospite si disunisce, sbaglia in attacco e concede troppe controfughe ai comaschi, bravi a sfruttare gli errori della squadra di coach Catalano. Nel finale succede di tutto: tiri e passaggi sbagliati, colpi proibiti (non sanzionati) in ripartenza, time out e superiorità numeriche non sfruttati, ma la partita finisce sul punteggio di 9 a 9.
I tifosi di casa presenti in piscina hanno da recriminare in particolare sull’episodio finale: alzo e tiro sulla sirena, palomba che sorprende (colpevolmente) il portiere del CUS GEAS Guasto e si infila in rete. L’arbitro Gorrino però annulla tutto, fischiando controfallo sul giocatore della Pallanuoto Como. Grandi proteste, ma il movimento del braccio dell’attaccante non è sembrato continuato né a noi né, soprattutto, all’arbitro.
Resta il rammarico per una partita alla nostra portata, per 2 punti che, alla luce dei risultati sugli altri campi, avrebbero significato il primo posto in classifica alla pari con il Brescia Waterpolo, ora unica squadra a punteggio pieno.
Il girone 2 appare, per ora, uno dei più equilibrati degli ultimi anni: dopo due giornate nessuna squadra è rimasta a 0 punti, e molte partite sono state decise da un solo gol di scarto.
Sabato prossimo il CUS GEAS Milano sarà nuovamente in trasferta, questa volta a Modena; la squadra emiliana ha vinto all’esordio contro la Libertas Rari Nantes Perugia e ha pareggiato in trasferta a Monza. L’appuntamento è alle 17:30 di sabato 3 febbraio alle Piscine Dogali!
 
 
 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok