Attendere prego...

Archivio News

Serie B maschile

Cus Geas Milano-Mestrina 3-6

  Pubblicato il 30 Apr 2018  07:42
(1-1), (1-0), (0-2), (1-3)
CUS GEAS Milano: Guasto, Redaelli, Giusti, Delle Monache, Almagioni, Anesini, Campagnoli, Gobbi, Andaloro (1), Foroni, Corradini (2), Anelli, Achilli.
Mestrina Koinè Venezia: Negro, Zadev (1), Labruna, Rotta, Condrat (4), Minto, Zecchini, Chiriatti, Vecchiato, Moro, Rivola (1), Pace.
Arbitro: Alessandroni
Note: Nessuno uscito per limite di falli. Espulsione definitiva (21.13) per Giusti (CGM)
 
IL COMUNICATO DEL CUS GEAS MILANO

Brutta sconfitta per il CUS GEAS Milano, che in casa viene battuto 6 a 3 dalla Mestrina.
Con tre assenze importanti (Tosi, Arena e Sciarrone), spazio al rientrante Anelli e agli Under 20 Almagioni e Redaelli. Nei primi due tempi il CUS GEAS sembra averne più degli ospiti, soprattutto grazie alla giornata positiva del mancino Corradini; sono suoi i primi due gol dei milanesi, entrambi su palombella a termine di una controfuga.
La Mestrina però rimane lì, ed è brava a sfruttare gli errori della squadra di coach Catalano. Prima Gobbi (CGM) si divora un gol a 1 metro dalla porta avversaria, poi Corradini sbaglia il terzo gol in controfuga. Il CUS GEAS Milano costruisce anche bene alcune superiorità numeriche, ma i pali “sparano” addosso al portiere. Agli errori in attacco si sommano quelli in difesa, con tiri troppo facili concessi alla Mestrina e ai suoi tiratori migliori.
Lentamente gli ospiti pareggiano, poi si portano in vantaggio alla fine del terzo periodo (2-3). Ultimo tempo e Andaloro (CGM) mette dentro un uomo in più un po’ fortunoso: sarà l’ultimo gol dei milanesi, che ne subiscono 3 senza riuscire a reagire, complice anche la stanchezza.
Facciamo i “complimenti” al numero 5 avversario Condrat, che oltre ad averci segnato 4 gol riesce, a 13 secondi dalla fine della partita, a rifilare un pugno a Giusti, provocandogli la rottura del timpano con conseguente infezione. Starà fuori un mese e mezzo. Il ragazzo della Mestrina non ci stupisce più ormai, ci ha abituati a comportamenti del genere. Ma ancora più furbo di lui è il direttore di gara Alessandroni: non vede nulla (anche se l’episodio accade proprio sotto di lui) e in più è capace di espellere definitivamente Giusti che, dopo il colpo, esce dall’acqua sbattendo la mano sul bordo vasca e bagnando l’arbitro. “Comportamento gravissimo” che Alessandroni, a differenza di quello precedente e realmente grave, vede e sanziona con il cartellino rosso. NO COMMENT.
Visti i risultati abbastanza sorprendenti delle altre partite, il CUS GEAS Milano è ancora in corsa per i playoff, a 3 punti da Mestrina e Modena , entrambe seconde in classifica. Sabato prossimo la trasferta a Verona. #cusgeasmilano #lapallanuotoamilano
 
 
 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok