Attendere prego...

Archivio News

Tutte le News

Posillipo-Roma Nuoto 9-13

  Pubblicato il 18 Mag 2019  11:55
(1-2, 3-5, 1-3, 4-3)
Posillipo: Sudomlyak, Kopeliadis, M. Di Martire 1, Picca, G. Mattiello 2, G. Di Martire, Marziali 2, Rossi 1, Papakos, Scalzone 2, Manzi, Saccoia 1, Negri. All. Brancaccio.
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, De Santis, F. Faraglia, J. Camilleri 1, Spione 2, S. Camilleri 4, Paskovic 2, M. Lapenna, De Robertis 2, P. Faraglia, Innocenzi 2, D'Ascoli. All. Gatto R.
Arbitri: Lo Dico e Savarese.
Superiorità numeriche: Posillipo 8/10 + un rigore, Roma 7/10.
Note: prima dell'incontro è stato osservato un minuti di silenzio in memoria del giornalista Lucio Cirino Pomicino, storia firma del Mattino e grande appassionato di pallanuoto.
 
IL COMUNICATO DEL POSILLIPO
Non toglie né mette nulla in termini di classifica, la sconfitta per 9-13 subita dalla prima squadra di pallanuoto del Posillipo nell’ultima gara della regular season alla piscina Alba Oriens di Casoria contro la AS Roma Nuoto. Quarto posto, a quota 43 e a più otto sulla quinta: questo il bilancio più che positivo di una stagione che ha visto il Posillipo sempre in partita, agguantando una posizione ancora più rosea degli obiettivi prefissati ad inizio stagione. I rossoverdi più volte hanno dovuto rinunciare a pedine importanti dello scacchiere a disposizione dell’allenatore Roberto Brancaccio: da Giuliano Mattiello a Gianluigi Foglio a Massimo Di Martire. La squadra, guidata in vasca da capitan Paride Saccoia a dai vari senatori, da Tommy Negri a Luca Marziali, solo per citarne alcuni, è riuscita sempre a giocarsi tutte le partite fino in fondo al di là del risultato, con ottime prestazioni anche dei più giovani della compagine. Il resoconto finale lo fa lo stesso Brancaccio: “È stata sicuramente un’annata positiva con un continuo crescere. In questa partita la Roma aveva più voglia perché aveva l’ultima chance di entrare nel play off mentre per noi è stata una delle partite più lente per la velocità e dispiace non aver chiuso con una vittoria davanti al pubblico di casa”, il commento dell’allenatore che si proietta già al prossimo impegno: “Giovedì andiamo a Trieste per le Final Six contro Ortigia per i quarti di finali e avremo bisogno di un deciso cambio di rotta rispetto alle ultime due prestazioni”.
 
IL COMUNICATO DELLA ROMA NUOTO
La Roma Nuoto scrive un’altra pagina di storia: la neo promossa in Serie A1 conquista la Final Six Scudetto.
La società capitolina che solo 10 mesi fa otteneva la promozione nella massima serie, oggi è tra le migliori 6 squadre d’Italia!
Erano più di 10 anni che una squadra romana non centrava un simile obiettivo.
Serviva un’impresa, bisognava assolutamente vincere oggi contro il Posillipo e così è stato fatto.
I ragazzi di Mister Roberto Gatto hanno dimostrato di volere e meritare questa vittoria, giocando un grandissimo match. Fin dalle prime battute è emersa la voglia e la determinazione dei giallorossi, che hanno incanalato da subito la partita sui binari giusti. Il Posillipo poco ha potuto, la Roma non ha avuto cali di concentrazione e grazie ad un finale in crescendo ha portato a casa i tre punti.
Ora si volerà a Trieste, avversaria nel quarto di finale scudetto sarà la corazzata Sport Management. L’importante è esserci e proseguire il percorso di crescita di questi splendidi ragazzi.
La cronaca. Il match lo sblocca la Roma Nuoto con il difensore Claudio Innocenzi che segna in contropiede. Arriva subito il pari dei padroni di casa ma Roma risponde con Steven Camilleri che realizza in superiorità numerica. Il primo parziale si chiude così sul 1-2.
Nel secondo tempo giallorossi allungano ancora con Innocenzi che segna in superiorità numerica dalla sua mattonella. Il Posillipo non ci sta e prima accorcia le distanze e poi pareggia, siamo sul 3-3. Roma non si fa intimorire e risponde realizzando tre reti consecutive. Segnano il centroboa classe 1999 Matteo Spione, il difensore classe 2000 Michele De Robertis e bomber Camilleri e si vola sul 3-6. Accorcia le distanze il Posillipo ma ci pensa Vjekoslav Paskovic a rispondere e portare così i suoi al cambio campo sul 4-7.
Nel terzo tempo i giallorossi sono sospinti da Francesco De Michelis, in formato para tutto, che permette ai suoi di non soffrire in difesa e di allungare nel punteggio. Arriva la rete di Jordan Camilleri che segna in superiorità numerica, segue la rete del Posillipo a cui rispondono Stevie Camilleri e Paskovic che segna un gran gol in posizione angolatissima, chiudendo il parziale sul 5-10.
Nel quarto tempo arriva subito la rete del Posillipo. Roma non si fa intimorire e piazza un break di tre reti che chiudono di fatto il match. Prima segna Spione con un alzo e tiro dai 5 metri, segue Steven Camilleri che realizza il poker personale, arrivando a quota 54 rete in regular season che gli valgono il quinto posto in classifica generale tra i marcatori. Chiude De Robertis con un grande tiro dalla distanza, 6-13. Sul finire di gara i padroni di casa realizzano 3 reti consecutive che servono solamente a rendere il passivo meno pesante.
 
 
I VOSTRI COMMENTI
 
Grazie Roma 🤚 Da La Valletta, MALTA
Jo Aquatic

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok