Attendere prego...

Archivio News

A2 maschile

Ortigia-Catania 9-10

  Pubblicato il 07 Mar 2015  16:37
(3-3, 1-3, 2-2, 3-2)
Igm Ortigia: Patricelli, Polifemo, Abela 1, Puglisi 1, Di Luciano 2, Lisi, Motta, D'Amico, Rotondo 2, Danilovic 3, Vinci, Martelli, Negro. All. Leone.
Item Catania: G. Spampinato, B. Torrisi 1, Riccioli 1, Basile, Sparacino, M. Spampinato, G. Torrisi 1, Casasola, Kacar 3, Privitera 1, Beltrame, C. Torrisi 3, Pellegrino. All. Dato.
Arbitri: Romolini e Rovida.
Superiorità numeriche: Ortigia 3/14, Catania 3/10 + un rigore fallito (palo) da Privitera nel primo tempo.
Note: nessuno uscito per limite di falli. Espulsi Lisi (O) nel primo tempo per brutalità e Privitera (C) nel quarto tempo per proteste.
 
IL COMUNICATO DELL'IGM ORTIGIA
L’Igm Ortigia esce sconfitta nel derby siciliano della 14a giornata contro la Nuoto Catania. Finisce 9-10 per gli etnei al termine di un match incattivitosi a causa di alcune decisioni arbitrali molto discutibili. Gli aretusei, infatti, recriminano per l’espulsione per brutalità fischiata a Daniele Lisi a pochi secondi dalla fine del primo tempo che ha costretto, di fatto, in inferiorità numerica i ragazzi di Gino Leone per i quattro minuti successivi.
Partita che, sul piano tecnico, ha dato comunque delle risposte positive al tecnico aretuseo perché, con l’assenza di Lisi, sono stati impiegati diversi under che hanno giocato alla pari fino ai secondi finali del match. “Il risultato premia il Catania che, come dico da inizio stagione, è la squadra più attrezzata di questo girone ma, nonostante tutto, ce la siamo giocata fino alla fine – ha commentato Leone a fine partita. E’ stato un match combattuto che si è rovinato per colpa di alcune scelte arbitrali che hanno reso la partita brutta e cattiva. Il fallo di brutalità fischiato a Lisi ci ha penalizzato e ha condizionato in maniera decisiva la nostra partita poiché, trattandosi di uno dei nostri giocatori di esperienza, la sua assenza si è sentita sia in fase costruttiva sia in quella difensiva. Tra l’altro, la sua espulsione, ci costerà anche per le prossime due partite che per noi sono importantissime. Sono amareggiato per la sconfitta ma, come avevo detto nei giorni scorsi, ci poteva anche stare. Il nostro campionato, fin qui, è positivo e a questi ragazzi non posso che dire grazie. Da lunedì riprenderemo il nostro lavoro e cercheremo in tutti i modi di affrontare le prossime partite nel migliore dei modi – ha concluso Gino Leone.”
A fine partita, poi, le due squadre si sono ritrovate in sala stampa per un rinfresco e, nell’occasione, è intervenuto anche il presidente dell’Ortigia Valerio Vancheri che ha così dichiarato: “Gli arbitri ci hanno provato all’andata e ci hanno provato anche oggi a rovinare una partita che, storicamente, vede contrapposte due società antiche e prestigiose della Sicilia. Adesso, invece, siamo qui tutti insieme a dimostrazione di come, sia i ragazzi sia le due società, siano in ottimi rapporti e meritino sicuramente palcoscenici migliori. Dispiace per come si sia incattivito l’incontro, ma faccio i complimenti al Catania per la vittoria e ai miei ragazzi per come hanno interpretato il match – ha commentato Vancheri.”
Gabriele Oliveri
 
IL COMUNICATO DELL'ITEM CATANIA
L’Item Nuoto Catania riesce dove tutte le altre squadre avevano finora fallito. Nella quattordicesima giornata del campionato di serie A2 maschile, la formazione rossazzurra di mister Dato fa bottino pieno alla piscina “Paolo Caldarella” di Siracusa infrangendo l’imbattibilità casalinga del Circolo Canottieri Ortigia. Il quinto successo consecutivo consente all’Item Nuoto Catania di consolidare il quarto posto staccando il TeLiMar Palermo e di avvicinare la seconda e terza posizione in prospettiva playoff.
Prima a passare in vantaggio è l’Ortigia con Danilovic ma la Nuoto Catania replica con Riccioli e si porta avanti con la rete di Privitera. Gli equilibri del match non vengono spostati neanche dall’espulsione di Lisi per brutalità nell’Ortigia e al primo intervallo si va sul punteggio di parità (3-3). Tra secondo e terzo parziale i rossazzurri perfezionano il decisivo allungo con tre gol di fila del capitano Cristiano Torrisi, di Giorgio Torrisi e di Nenad Kacar per il momentaneo 7-4. A fine terzo tempo l’Item mantiene due gol di scarto e allunga nuovamente sul +3 ad inizio dell’ultimo parziale grazie all’implacabile Cristiano Torrisi. L’Ortigia riduce le distanze con Di Luciano e Danilovic ma gli ospiti mettono una seria ipoteca sulla vittoria con la realizzazione del 10-8 ancora una volta di capitan Cristiano Torrisi. A nulla serve ad undici secondi dal termine il gol di Di Luciano per i padroni di casa.
“Complessivamente penso che abbiamo meritato la vittoria – dichiara mister Peppe Dato –. Sull’espulsione di Lisi nel primo tempo abbiamo pensato che la partita fosse in discesa ed invece abbiamo commesso diversi errori sbagliando anche un rigore e solo dal secondo parziale ci siamo ricompattati riuscendo a raggiungere tre gol di vantaggio. Per larghi tratti siamo riusciti ad imporre il nostro gioco ed anche in inferiorità numerica abbiamo avuto un’ottima percentuale. Dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo, sia durante la settimana che in partita, sul piano del gioco e della concentrazione”.
“Siamo felici per questa importante vittoria – afferma il capitano Cristiano Torrisi –. Abbiamo necessariamente bisogno di continuità di risultati e per questo dobbiamo vincere contro tutti a prescindere dall’avversario. Abbiamo disputato una bellissima partita sotto l’intensità agonistica e la nostra mente è già rivolta alla partita di sabato prossimo contro il Bologna”.
“Ho visto una squadra compatta, determinata e che nei momenti difficili ha reagito nel modo migliore – aggiunge il presidente Mario Torrisi –. Entrambe le squadre hanno dimostrato di meritare la serie maggiore e aver vinto contro una formazione di qualità come l’Ortigia, tra l’altro finora imbattuta in casa, è indubbiamente un gran risultato. Una vittoria che è anche un grande segnale per il campionato”.
Giuseppe Bonaccorso

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok