Attendere prego...

Archivio News

A2 maschile

Plebiscito-Crocera Stadium 6-7

  Pubblicato il 25 Mag 2019  11:27
(1-1, 0-0, 3-3, 2-3)
Plebiscito: Calabresi, Destro, Tosato, Chiodo 1, Savio 1, Barbato, Gottardo 1, Robusto 1, Zanovello 2, Sartore, Rolla, Leonardi, Tomasella. All. Martinovic.
Crocera Stadium: Graffigna, Pedrini 1, M. Giordano 2, Ieno, P. Congiu 1, Figini 1, Ferrari, Tamburini, L. Fulcheris, Dellepiane, Bavassano, Manzone 2, A. Fulcheris. All. Amorevole.
Arbitri: Bensaia e Rotondano.
Superiorità numeriche: Plebiscito 3/11 + 1 rig., Crocera Stadium 2/11.
Note: usciti per limite di falli Pedrini (C) nel quarto tempo. Espulsi Chiodo (P) per gioco scorretto nel terzo tempo e Barbato (P) per proteste nel quarto.
 
IL COMMENTO DELLA F.I.N.
Al termine di una partita molto combattuta, la spunta la Crocera Stadium grazie alla perla di Gottardo a poco più di trenta secondi dalla sirena. Dopo una prima parte di gara equilibrata, sono i padroni di casa a provare a prendere il comando dell'incontro con Gottardo e Zanovello che firma il +2 (3-1) in avvio della terza frazione. Giordano accorcia le distanze, risponde Robusto. Gli opsiti replicano con un sonoro break di 4-0 che consente di ribaltare il punteggio (6-4). Ciononostante, Savio, su rigore, e Zanovello impattano di nuovo il risultato. Nel minuto finale Manzone sigla il sigillo che regala la vittoria alla formazione di Amorevole. 
 
IL COMUNICATO DEL PLEBISCITO
Ultima giornata di regular season serie A2 maschile, un Plebiscito Padova non perfetto cede al Crocera Stadium per 7 a 6 e non riesce a raggiungere l'obiettivo salvezza diretta: dovrà disputare, l'8 e il 15 giugno (eventuale terza partita il 22 giugno) i play-out salvezza.
Già delineato il tabellone: i patavini inconteranno i siciliani della Polisportiva Muri Antichi, undicesimi in classifica Girone Sud, in una finale al meglio delle tre partite, disputando la prima partita in casa e la seconda in trasferta (eventuale "bella" nuovamente in casa).
Incredibili i risultati dell'ultima giornata, con le due avversarie dirette per la salvezza Como e Sturla che, a pochi minuti dalla fine, sconfiggono le ben più quotate Torino 81 (seconda in classifica) e Lavagna 90 (quinta in classifica).
"Complimenti, innanzitutto, ai nostri avversari che hanno conquistato la salvezza sul campo" commenta il direttore sportivo Paolo Pisani "noi, nonostante le numerose espulsioni a favore, non siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Mi chiedo comunque come possa essere possibile e lecito che una Federazione faccia iniziare non in contemporanea tutte le partite, come predisposto da calendario, soprattutto in una situazione delicata come l'ultima giornata di campionato: Sturla e Como hanno giocato due partite fondamentali per la retrocessione e la salvezza diretta, iniziando però con dieci minuti di ritardo rispetto alla nostra, è davvero incredibile che si possano verificare delle situazioni simili senza un controllo da parte della Federazione. Complimenti a tutti coloro che evidentemente non hanno onorato lo spirito del campionato, soprattutto alle squadre nettamente più forti delle avversarie che hanno regolarmente perso proprio nell'ultima giornata:secondo me la vera pallanuoto esprime dei valori completamente diversi. Ciò non toglie comunque che abbiamo perso sul campo, quindi evidentemente, vista anche la classifica, ci siamo meritati di andare ai play-out".

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok