Attendere prego...

Archivio News

A1 Maschile

Sport Management-Brescia 4-3

  Pubblicato il 23 Dic 2017  08:46
(1-0, 3-1, 0-1, 0-1)
Bpm Sport Management: Lazovic, Di Somma 1, Blary, Figlioli, Fondelli, Petkovic 1, Drasovic 1, Panerai, Mirarchi, Luongo, Baraldi, Valentino 1, Nicosia. All. Baldineti
Brescia: Del Lungo, Guerrato, Presciutti 1, Guidi, Paskovic, Rizzo, Muslim, Nora, Presciutti, Bertoli, Janovic 2, Vukcevic, Morretti. All. Bovo
Arbitri: Colombo e Savarese.
Superiorità numeriche: Sport Management 1/4, Brescia 1/7.
Note: nessun giocatore uscito per limite di falli.
BUSTO - Tanta gente a Busto per vedere la grande sfida tra la Sport Management e il Brescia. I tifosi gialloblu sono stati ripagati da una grande prestazione dei propri mastini e dalla prima, storica vittoria ai danni della squadra di Bovo.
Pochissimi gol. Merito delle difesa e dei due portieri, in particolare Lazovic. L'estremo difensora gialloblu ha parato praticamente tutto e i suoi interventi, alcuni davvero straordinari, hanno permesso alla squadra di Baldineti di andare all'ultimo intervallo in vantaggio 4-2.
Nel quarto tempo, a dispetto di quello che si poteva pensare, è stata la Sport Management ad avere le occasioni migliori per allungare, in particolare un contropiede 2 contro 1 che i mastini hanno sprecato con un passaggio sbagliato. Il più impegnato tra i due portieri negli ultimi otto minuti di gioco è stato Del Lungo, che ha tenuto accesa la fiammella della speranza biancazzurra impedendo ai gialloblu di realizzare il +3, e in particolare a Figlioli. Il Brescia, che forse in questa gara ha accusato un po' di stanchezza per la dispendiosissima gara di Coppa contro lo Jug, ha avuto così l'opportunità di accorciare le distanze con la seconda rete personale di Janovic a 47" dal termine. Nell'ultimo possesso di palla la Sport Management ha cercato di utilizzare tutti i 30" a disposizione, ma non c'è riuscita ed al Brescia ne sono rimasti 19" da sfruttare. Ma un fallo in attacco fischiato subito a Nora ha impedito alla squadra di Bovo di effettuare l'ultimo disperato tentativo.
 
IL COMUNICATO DELLA BPM SPORT MANAGEMENT
Cala il settebello la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che per la prima volta nella sua storia riesce a superare l’AN Brescia: il 4-3 firmato dagli uomini di mister Baldineti (privi di Gallo influenzato) vale, infatti, il settimo successo di fila e il secondo posto in classifica. Una prova leggendaria della squadra di casa che davanti a 900 spettatori gioca una partita perfetta controllata dall’inizio alla fine e in cui c’è un Lazovic in versione saracinesca, con il portierone dei Mastini che para tutto mentre davanti è la prova corale del Banco BPM a fare la differenza.
Passano ben 6 minuti per sbloccare il risultato con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che si porta in vantaggio grazie all’1-0 che porta la firma di capitan Petkovic. La formazione padrona di casa non sbaglia un colpo e con Drasovic e Di Somma arriva il 3-0. Brescia sbaglia tanto in superiorità ma il gol di Christina Presciutti arriva proprio con l’uomo in più ed è quello del 3-1, prima della risposta di Valentino che porta il parziale del secondo tempo sul 4-1 per i Mastini. Brescia accorcia firmando il 4-2 mentre dall’altra parte due pali e una traversa non permettono alla squadra di casa di scappare via. Nel quarto tempo l’AN Brescia prova a riaprire la partita segnando con Janovic il 4-3, ma non basta perché la squadra di casa mantiene il risultato e firma la prima storica vittoria contro la formazione bresciana. Prossima partita per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management il 6 gennaio 2018, con i Mastini che sfideranno in trasferta Trieste.
Marco Baldineti (Allenatore Pallanuoto Banco BPM Sport Management): «Abbiamo fatto una grande difesa perché abbiamo subito solo 3 gol in 4 tempi e per una squadra come la nostra, molto votata all’attacco, c’è stato un grande sacrificio da parte di tutti ed è quello che volevamo. Dedico questa vittoria al nostro Presidente Sergio Tosi perché lui è il nostro primo tifoso ed era da tanti anni che aspettava questa vittoria e questo regalo di Natale».
Roberto Nardella
 
IL COMUNICATO DEL BRESCIA
Un’An Brescia magari meno lucida del consueto, ma comunque convinta e disposta al sacrificio, paga dazio nel decimo turno di campionato: a Busto Arsizio, il sette di Sandro Bovo cede per 4 a 3 (1-0, 3-1, 0-1, 0-1, i parziali) davanti alla Sport Management. L’incontro ha pienamente confermato le previsioni della vigilia, ovvero per quattro tempi è stata una lotta dura, con i padroni di casa bravi a far leva su una delle loro principali caratteristiche, ossia la forza fisica, e l’An determinata ha esprimere le proprie qualità, ma pure costretta a fare i conti con i postumi dell’intenso match di tre giorni fa, con lo Jug. In questo senso, una variabile che ha leggermente favorito la compagine di Baldineti – team che, in ogni caso, è di grande qualità -, è stata la condotta arbitrale, piuttosto permissiva con i difensori locali (in particolare, sui due metri). La mancanza di efficacia dei biancazzurri, nelle iniziali superiorità numeriche (0 gol nelle prime quattro opportunità), ha incanalato la sfida dalla parte della Sport Management che, al cambio di panchine, si è ritrovata sul più 3 (4-1). A quel punto, la durezza del gioco non è minimamente calata e, con grande generosità, Presciutti e compagni hanno dato fondo alle proprie energie per colmare il divario, ma l’impresa è stata solo sfiorata: nella seconda metà di gara, il grande carattere ha consentito di difendere in modo ineccepibile (zero reti al passivo), ma in fase offensiva s’è sentito il calo di freschezza atletica.
«Contro una Sport Management che è molto più forte, sotto tutti i punti di vista, rispetto alle passate stagioni – commenta coach Bovo -, abbiamo pagato una certa mancanza di lucidità. Solo alla quinta occasione siamo riusciti a sfruttare l’uomo in più, e poi, con tre reti da recuperare, il compito è diventato davvero difficile: i nostri centri lottavano, ci provavano, ma non raccoglievano in modo adeguato i frutti di tanta fatica. Loro hanno dimostrato di essere molto ben attrezzati per quel che riguarda la fisicità».  
 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok