Attendere prego...

Archivio News

A1 Maschile

Roma Nuoto-Bogliasco 4-5

  Pubblicato il 11 Mag 2019  10:50
(1-1, 2-1, 1-2, 0-1)
Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti 1, De Santis, F. Faraglia, J. Camilleri, Spione, S. Camilleri 1, Paskovic 2, M. Lapenna, De Robertis, Africano, Innocenzi, D'Ascoli. All. Gatto R.
Bogliasco Bene: Prian, G. Guidi, A. Di Somma, Fracas, Ferrero, Ravina 1, Gambacorta, Monari 1, Guidaldi, M. Guidi 1, Puccio 1, Lanzoni 1, Di Donna. All. Magalotti.
Arbitri: Carmignani e Centineo.
Superiorità numeriche: Roma Nuoto 3/8 + 1 rig., Bogliasco 1/9.
Note: espulso per proteste Africano (R) nel quarto tempo. Uscito per limite di falli J. Camilleri (R) nel quarto tempo. Nel terzo tempoi Praian para un rigore a S. Camilleri (R).
 
IL COMUNICATO DELLA ROMA NUOTO
Si affrontavano due squadre con morali completamente opposti. Da una parte i giallorossi, con la salvezza già in tasca e l’obiettivo stagionale ampiamente raggiunto. Dall’altra parte il Bogliasco, ultima in classifica ma con un solo risultato a disposizione, la vittoria, per continuare a sperare nei play out. Per tutto questo è venuta fuori una gara contratta, con tanti errori ma con i capitolini che sembravano gestirla in maniera tranquilla. Sul finale di gara, le motivazioni forse hanno fatto la differenza così i liguri sono venuti fuori, hanno sfruttato al meglio le occasioni ed aiutati da più di qualche dubbio fischio arbitrale, hanno girato a loro favore la partita e portato a casa l’intera posta in palio.
C’è rammarico per la sconfitta ma nulla deve scalfire quanto fatto da Africano e compagni. La salvezza diretta, raggiunta con due giornate d’anticipo è un traguardo di grandissimo valore, importante e per nulla scontato. Oltretutto visto i risultati di giornata è ancora da assegnare un posto nei Play Off. Sarà complicato guadagnarselo perché la Roma nell’ultima giornata sarà impegnata a Casoria contro il Posillipo, quarta forza del campionato. Sognare è lecito e sarebbe un peccato non provarci.
La cronaca. La gara la sblocca il Bogliasco portandosi avanti. Il gol del pari lo realizza Steven Camilleri in superiorità numerica. Si chiude così il tempo sul 1-1.
Nel secondo tempo la Roma si porta avanti con Vjekoslav Paskovic. Rispondono i liguri che pareggiano ma prima della fine del parziale i giallorossi si portano nuovamente avanti grazie al gol del giovane attaccante classe 2001 Matteo Ciotti, che vale il 3-2.
Ad inizio terzo tempo arriva il pari degli ospiti ma ci pensa ancora Paskovic a dare il nuovo vantaggio ai suoi. La Roma potrebbe allungare ma il bomber maltese Stevie Camilleri prima è abile a conquistarsi un tiro di rigore ma poi si fa parare il tiro. Sul finale di tempo arriva il pari del Bogliasco, 4-4.
Nel quarto parziale la gara si fa contratta e quando mancano meno di due minuti dal termine gli ospiti trovano la rete decisiva che vale la vittoria finale.
 
IL COMUNICATO DEL BOGLIASCO BENE
Grande impresa del Bogliasco che battendo la Roma a domicilio ottiene i suoi primi punti esterni in questa stagione e soprattutto mantiene ancora viva la speranza di evitare la retrocessione diretta in A2.
In un pomeriggio che sembrava dover sancire la matematica caduta dei biancazzurri in cadetteria, tutto invece si ribalta nel giro di pochi minuti. Sotto 4-3 a mezzo minuto dalla terza sirena, i ragazzi di Daniele Magalotti compiono l'impresa rimontando i capitolini nel finale grazie alle reti di Puccio e Monari.
Tre punti fondamentali, quelli conquistati al Foro Italico, contro una formazione alla ricerca di un posto tra le prime sei. Tre punti strappati con le unghie e con i denti, oltre che con tanto cuore, da Guidaldi e compagni, scesi in acqua consapevoli che soltanto una vittoria avrebbe consentito loro di cullare ancora qualche velleità di salvezza.
La cronaca della sfida racconta di come sia stato proprio il Bogliasco il primo a trovare la via della rete con Mario Guidi dopo quattro minuti e mezzo. La risposta di padroni di casa non si è però fatta attendere portando al ribaltamento del risultato a cavallo della prima sirena. Ravina, in superiorità, e Lanzoni dopo il cambio vasca rimettevano per due volte il punteggio in equilibrio ma lo squillo di Paskovic sembrava gettare acqua sul fuoco degli ardori levantini. Ci pensavano però Puccio e Monari a realizzare le due reti che permettono al Bogliasco di restare in vita almeno per un'altra settimana. Sabato alla Vassallo, contro il Catania, servirà un'altra impresa epica per agganciare il treno playout. Ma dopo oggi nulla appare impossibile.
"È tutta la stagione che ripetiamo che noi non siamo quelli che abbiamo mostrato di essere in campionato - commenta a fine gara coach Magalotti - Oggi abbiamo confermato come il nostro livello sia superiore a quanto non dica la classifica. Il rammarico sta nel fatto di aver trovato questa vittoria forse troppo tardi. Ma a questo punto non possiamo non sperare nell'impresa. Compierla sarà arduo ma abbiamo il dovere di provare a farlo. Prima però ci attende l'ennesima settimana fatta di intenso lavoro. Ciò che non è mai venuto a mancare nel corso di quest'anno, neanche quando la situazione è apparsa disperata. E la prestazione di oggi ne è la migliore delle conferme".

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok