Attendere prego...

Archivio News

A1 Maschile

Brescia-Lazio 17-7

  Pubblicato il 18 Mag 2019  11:52
(6-1, 2-1, 6-4, 3-1)
Brescia: Del Lungo, Garozzo, C. Presciutti 5, Figlioli 3, V. Gallo 1, Rizzo 1, Muslim 6, Nora, Casanova, Bertoli 1, Janovic, Morretti. All. Bovo.
Lazio: Correggia, Ferrante, Colosimo, Sebastiani, A. Vitale 2, Antonucci 2, D. Giorgi 1, Cannella, Leporale 2, Narciso, Biancolilla, Marini, Garofalo. All. Sebastianutti.
Arbitri: Pascucci e Romolini.
Superiorità numeriche: Brescia 3/6, Lazio 0/2.
Note: nessun uscito per limite di falli.
 
IL COMUNICATO DEL BRESCIA
Un congedo dal proprio pubblico all’insegna del bel gioco e dei (tanti) gol: a Mompiano, nell’ultimo impegno casalingo di campionato, l’An Brescia prevale sulla Lazio Nuoto per 17 a 7 (6-1, 2-1, 6-4, 3-1, i parziali), regalando, ai tanti tifosi accorsi per l’ultimo saluto stagionale, una prova di qualità dal punto di vista tecnicoe anche per quel che riguarda lo spettacolo. Con il rotondo successo sulla compagine capitolina, la squadra di Sandro Bovo si garantisce l’accesso alle finali da prima della classe e, ora, tutta la concentrazione va alle sfide che decideranno il massimo torneo nazionale. Nella gara odierna, l’An– schierata senza i convalescenti Nicholas Presciutti e Nikola Vukcevic - si esprime con determinazione e senza fare tanti calcoli, quasi a voler dare un assaggio di quello che potrà essere il rendimento e, soprattutto, l’approccio, nella finalsix della settimana prossima. Già nella prima frazione, il ritmo dei biancazzurri è decisamente elevato e la Lazio finisce subito sotto. In vantaggio di sei reti al cambio di panchine (8-2), l’intensità di Presciutti e compagni, non cala, con il team di Sebastianutti che, comunque, prova a dire la sua, ma ogni volta che i biancocelesti accorciano il divario, puntuale l’An riapre la forbice del punteggio, con gol che arrivano in tutte le situazioni offensive, su entrata, da boa, in superiorità (tre su sei, il dato finale), dal perimetro, in controfuga, e pure da un’altra perla di Christian Presciutti, che, dopo il gesto di mercoledì con la Steaua, offre il bis con una delle sue precise palombe. Sul 14 a 6 all’inizio dell’ultima frazione, il leitmotiv non cambia, con Brescia che non molla la presa e questo anche facendo leva sulla linea verde: in porta entra Stefano Morretti, e poi Giuseppe Garozzo e l’esordiente (classe 2004), Nicolò Casanova, danno il loro contributo nel creare problemi alla retroguardia avversaria.
«Questo era l’ultimo test prima delle finali – commenta Valentino Gallo, autore di una rete -, ed era importante fare bene, oltre che vincere ovviamente. Direi che siamo riusciti a esprimerci secondo le aspettative, con quantità e anche con qualità. La condizione è buona e, ora, tutti i pensieri vanno all’appuntamento di Trieste. Speriamo in un completo recupero di Nicholas e Nikola».
«L’esordio in prima squadra – dice il giovanissimo Casanova – è stata un’esperienza davvero bella: appena entrato in acqua, l’emozione era tanta, però, alla fine della prima azione, avevo già superato l’eccesso di tensione. Con due entrate, ho provato anche ad andare alla conclusione, insomma, sono molto contento».
 
IL COMUNICATO DELLA LAZIO
Termina con uno stop prevedibile a Brescia la stagione della Lazio Nuoto. Nell'ultima giornata della serie A1 i biancocelesti sono stati sconfitti 17-7. Doppiette per Leporale, Antonucci e Vitale, un sigillo per Giorgi. La Lazio non riesce, dunque, nell'impresa di centrare i playoff che sono sfumati per soli tre punti. E' mancata quindi la classica "ciliegina sulla torta", ma è stata comunque una stagione da incorniciare per le aquile, che hanno dimostrato come la professionalità, l'attaccamento ai colori e il senso di appartenenza possano incidere positivamente e in maniera decisiva nello sport. Si chiude così un'annata ricca di soddisfazioni che ha premiato ancora una volta il lavoro di un gruppo che, grazie alla sua unione, è riuscito a superare le difficoltà vissute durante una lunga stagione ed a colmare, a volte, il divario con le avversarie più quotate.
L'allenatore della Lazio Nuoto, Claudio Sebastianutti: "Abbiamo mancato i playoff di un soffio, ma questo traguardo sfiorato non è da considerare una macchia su una stagione strepitosa. I ragazzi hanno dato tutto, non potevo chiedere di più alla mia squadra. Sono contentissimo dei 31 punti conquistati. E' un gruppo che mi ha stupito dalla prima all'ultima giornata. A stagione terminata voglio ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicino: presidenza, dirigenti, staff tecnico, tifosi e ovviamente i miei giocatori".
 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok