Attendere prego...

Archivio News

A1 Maschile

Bogliasco-Pallanuoto Trieste 9-9

  Pubblicato il 03 Dic 2016  19:23
(1-2, 2-2, 3-1, 3-4)
Bogliasco Bene: Di Donna, Caliogna A., Gavazzi 1, Guidaldi 1, Fracas 1, Vavic 3, Gambacorta, Monari, Puccio, Divkovic 1, Gandini 2, Guidi M., Pellegrini. All. Bettini.
Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio, Ferreccio, Giorgi A., Giacomini, Di Somma 1, Rocchi, Vukcevic 4, Elez 3, Mezzarobba 1, Obradovic, Vannella. All. Piccardo.
Arbitri: Ricciotti e Severo.
Superiorità numeriche: Bogliasco 5/12 e Trieste 5/11.
Note: in porta per Bogliasco il numero 13 Pellegrini. Espulso per proteste l'allenatore della Pallanuoto Trieste, Piccardo, nel terzo tempo. Usciti per limite di falli Guidi (Bogliasco) e Divkovic (Bogliasco) nel quarto tempo.
 
IL COMUNICATO DEL BOGLIASCO BENE
Svanisce a 9'' dalla sirena l'obiettivo del Bogliasco Bene di conquistare la prima vittoria interna di questa stagione.
Contro il Trieste del grande ex capitano Alessandro Di Somma (premiato nel pre-partita dalla sua ex società), i levantini accarezzano il sogno di fare bottino pieno fino a 9'' dal termine ma si devono accontentare di un misero punticino.
Un pareggio, comunque, tutto sommato giusto per quanto visto in acqua, dove liguri e giuliani danno vita ad una gara vibrante ed equilibrata.
Bettini deve rinunciare al suo portiere titolare Prian, infortunato ad una mano, sostituendolo con il diciannovenne Pierre Pellegrini. Nonostante la giovane età, il numero 13 si dimostra però all'altezza della categoria compiendo diversi interventi decisivi che tengono a galla Bogliasco nei momenti di maggior sofferenza. Come ad inizio del terzo tempo, quando Trieste, avanti 5-3 e sempre in vantaggio fino a quel punto, ha più volte la palla buona per scappare ma non riesce ad infrangere il muro di Pellegrini. La rete di Gavazzi, imitato poco dopo da Fracas e Gandini, ridona entusiasmo ai biancazzurri che arrivano all'ultimo tempo per la prima volta in vantaggio. Un vantaggio effimero visto che gli scatenati Elez e Vukcevic, aiutati da Di Somma, ribaltano nuovamente il parziale nel quarto conclusivo. Anche Bogliasco però si affida ai suoi slavi ribattendo colpo su colpo con Dikvovic e Vavic (due volte). A rovinare la festa ligure ci pensa Mezzarobba che fissa il 9-9 definitivo.
Deluso e rammaricato, a fine gara, il commento del tecnico del Bogliasco Bene Daniele Bettini: “Sono molto dispiaciuto per il risultato. I ragazzi hanno creduto fino alla fine di riuscire a portare a casa i tre punti. Purtroppo però siamo stati puniti all'ultimo uomo in più, quando mancavano appena 9''. Peccato perchè abbiamo giocato una gara molto buona, sotto tutti i punti di vista e sono contento perchè non abbiamo mai mollato neanche per un secondo. Il campionato è lungo e difficile ma sono convinto che se intrepreteremo ogni partita con questo spitito e questa grinta andremo lontano. Solitamente non amo commentare le prestazioni dei singoli ma in questo caso è doveroso fare un eccezione per Pierre Pellegrini. Gettanto nella mischia in una partita così importante, non si è fatto intimorire da avversari esperti e, anzi, ha saputo fare la differenza. Bravo”.
 
IL COMUNICATO DELLA PALLANUOTO TRIESTE
Grazie ad un gol a 9’’ dalla fine siglato dal classe 2000 Michele Mezzarobba, la Pallanuoto Trieste impatta sul campo del Bogliasco (9-9 il risultato finale) nella gara valida per l’ottava giornata di andata del campionato di serie A1 maschile 2016/2017.
“Per come si era messa – commenta il d.s. Andrea Brazzatti a fine match – è un punto guadagnato. Comunque c’è da dire che la direzione arbitrale non è stata assolutamente all’altezza. Ad un certo punto sul +2 potevamo scappare, ma qualche fischio ci ha penalizzato fin troppo”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’allenatore Stefano Piccardo: “Non abbiamo capito il perché di tanti falli, il metro è stato discordante e non è facile giocare in queste condizioni. Poi nel finale siamo stati bravi ad acciuffare almeno un pari che muove la classifica”. 
I tifosi del Bogliasco accolgono calorosamente Alessandro Di Somma, per anni capitano e bandiera dei biancoazzurri. Stefano Piccardo recupera Obradovic in extremis ma per cautelarsi inserisce un altro difensore, Turkovic, al posto di Giacomini. Bettini dal canto suo è costretto a rinunciare la portiere titolare Prian e spedisce Pellegrini tra i pali. In vasca è subito battaglia. La difesa della Pallanuoto Trieste sventa un paio di superiorità numeriche dei liguri e passa con Elez in controfuga (0-1). Guidaldi riporta la situazione in equilibrio (1-1 dopo una rapida transizione), poi ci pensa Vukcevic a spingere gli ospiti sull’1-2 di fine primo periodo.
La seconda frazione si apre con il gol di Gandini, che batte Oliva con un tiro dalla distanza (2-2). Il nuovo vantaggio esterno è firmato da Vukcevic, che finalizza alla perfezione una superiorità numerica: 2-3 per la Pallanuoto Trieste. Il pari dei liguri è praticamente immediato (3-3 con Vavic), come è repentina la rete di Elez, che dalla distanza insacca il 3-4. Si va al cambio di campo con gli ospiti sul +1.
Anche nel terzo periodo la gara si mantiene in costante equilibrio. Vukcevic cala il tris e in superiorità insacca il 3-5, Gavazzi risponde a stretto giro (sempre con l’uomo in più) per il gol del 4-5. La “Vassallo” è una bolgia e il Bogliasco gioca con la solita grande grinta. Fracas firma il pareggio dei liguri, poco dopo Gandini in superiorità numerica insacca il 6-5. Parziale di 3-0 per i padroni di casa e situazione ribaltata a 8’ dalla fine. 
Nel quarto periodo la Pallanuoto Trieste trova subito il 6-6 con Elez in superiorità numerica, ma il Bogliasco rimette la testa avanti grazie ad un “alzo e tiro” di Divkovic dai 5 metri (7-6). Si lotta su ogni pallone. Di Somma insacca il 7-7, passano 60’’ e Vukcevic realizza il 7-8 a 3’30’’ dalla sirena. L’epilogo è vietato ai deboli di cuore. L’allenatore alabardato viene espulso per proteste, a 1’29’’ arriva l’8-8 dei liguri con Monari. Passano appena 20’’ e Vavic realizza il 9-8 per il Bogliasco. La Pallanuoto Trieste non ci sta, gli ospiti guadagnano una superiorità e Mezzarobba con freddezza insacca il definitivo 9-9 proprio in extremis.
E adesso un po’ di riposo per gli alabardati. La squadra infatti riprenderà gli allenamenti mercoledì, in vista della gara casalinga del 14 dicembre quando alla “Bruno Bianchi” arriveranno i campioni d’Italia in carica della Pro Recco. 

Inviaci un tuo commento!

(la tua email email non verrà pubblicata nel sito)
I dati personali trasmessi saranno trattati direttamente da A.S.D. WATERPOLO PEOPLE quale titolare del trattamento ed esclusivamente per lo scopo richiesto garantendo la riservatezza e la sicurezza dei dati.

I dati personali saranno conservati solo il tempo esclusivamente necessario. Ogni interessato può esercitare il diritto di avere informazioni sui propri dati ai sensi dell'art. 7 dlgs 196/2003.

La preghiamo quindi di fornire il suo consenso al trattamento dei dati cliccando sull'apposito riquadro.

* campi obbligatori
Attendere prego...

Grazie della collaborazione!
Il tuo commento è stato registrato in archivio e sarà visibile nel sito dopo l'approvazione amministrativa.

Ok